Park Academy: a conversation series by Park Associati

Durante il periodo di lock down, come Park Associati, ci siamo dati appuntamento online per quattro incontri, affrontando alcuni temi che riguardano la professione dell’architetto, cruciali in un momento storico che si pone come spartiacque tra un “prima” e un “dopo”. Abbiamo immaginato un futuro in cui la nostra professione possa essere ancora più al centro di un cambiamento che riguarderà tutti gli aspetti delle nostre vite.

#ParkAcademy

1. Dove porterà l’evoluzione del nostro rapporto con gli spazi della quotidianità?

Partendo da un’analisi sull’Architettura come modellatrice degli spazi del vivere umano, abbiamo cercato di vederne il ruolo nel dopo emergenza. Il cambiamento dell’interagire umano negli spazi di lavoro e condivisi, insieme alle strategie da mettere in atto per gestire un futuro prossimo dominato dall’incertezza saranno alla base del nostro progettare.

2.Come si arriva a progettare un oggetto che si faccia interprete del momento storico in cui è concepito?

Riflettendo sulla natura di un mestiere che spesso si piega a logiche di investimento brutale, cerchiamo di esorcizzare una delle nostre paure più grandi: quella di aver perso la capacità di immaginare. L’antidoto è avere una visione, offrire soluzioni rivolte alla qualità della vita della comunità, non attraverso il singolo progetto ma in un percorso che riporti l’architettura protagonista delle dinamiche collettive.

3. Concept or no Concept?

L’eterna battaglia tra sogno e realtà. Partire dall’esercizio di astrazione massima può risolvere un progetto ma porta con sé il rischio di ridurre la complessità e i percorsi di ricerca che arricchiscono la progettazione a un’epifania, a un segno caratteristico un po’ ruffiano.

4.Filosofia progettuale, vision, aneddoti e nodi nella storia dello studio Park Associati e il futuro?

Il percorso di Park Associati si è identificato con le trasformazioni di Milano negli ultimi due decenni. Oggi guardiamo alle città con un atteggiamento frutto di una nuova consapevolezza delle complesse dinamiche in atto. Accoglieremo in prima istanza le fragilità, quelle dell’uomo e quella dell’ambiente, inseparabili, come ci suggerisce questa pandemia. Il progetto del futuro si arricchirà delle opportunità che sapremo cogliere e che comporteranno scelte coraggiose.

 

*Image Credits
01.0_Book cover of the novel “Light Bearing” (Ben Woollard) by CircCorp.
02.0_Living the Northern Light by Snohetta
03.0_Portrait by Antoni Tudisco

Per migliorare la vostra esperienza sul sito Parkassociati.com, utilizziamo i cookies. Per accettarli, cliccare su "Accetta". Cookie Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close