RESILIENTI

Mostra personale di Mario Frusca

Inaugurazione 24 ottobre 2017 dalle ore 18.30 alle 21

 

Park Associati ha il piacere di ospitare negli spazi dello studio la mostra personale di una serie di scatti fotografici di Mario Frusca a cura di Luciana Rappo.

In psicologia, resilienza indica la capacità di far fronte in maniera positiva ad eventi traumatici, riorganizzare positivamente la propria vita dinnanzi alle difficoltà, ricostruirsi restando sensibili alle opportunità positive che la vita offre, dando nuovo slancio alla propria esistenza.

Gli scatti fotografici in bianco e nero di Mario Frusca ritraggono il passaggio del tempo all’interno degli spazi architettonici e intorno a loro. Luoghi che hanno smesso di accogliere le attività umane, non ne rimandano più i suoni ma hanno mantenuto la capacità di non alienare la propria identità. Essi si pongono piuttosto in dialettica con l’ambiente che li circonda, spesso anch’esso poco frequentato e lasciato a un suo libero progredire ed evolvere. Architettura e natura si relazionano allora in un rapporto silenzioso, libero dalla presenza umana, offrendosi all’obiettivo come segni compositivi protagonisti alla pari di una visione poetica del paesaggio. Luoghi resilienti.

Mario Frusca non ha difficoltà a indicare in Gabriele Basilico il suo mentore fotografico, la figura che l’ha portato a mettere al centro della propria ricerca l’architettura e a scegliere di raccontarla senza colori, almeno per ora. Lo spunto analitico e la dichiarazione d’indipendenza dell’architettura in quanto protagonista del ritratto, sono temi che Frusca mutua dalla poetica del grande fotografo milanese scomparso nel 2013. Basilico sospende le sue architetture in un istante senza tempo, in cui tutto potrebbe iniziare o avere fine, rende i suoi paesaggi urbani visioni astratte nella loro lucidità e perfezione compositiva, mentre le fotografie di Mario Frusca raccontano una storia, testimoniano accadimenti e circostanze che ancora riusciamo a immaginare. L’obiettivo si avvicina o allontana il soggetto, usa la prospettiva e la luce per creare contrasto, drammatizzare, coinvolgere. L’attenzione per la qualità formale delle immagini e per il potenziale creativo ed evocativo del mezzo usato, pongono la ricerca di Mario Frusca nel solco della grande tradizione fotografica italiana moderna, che ha aperto la strada a sempre nuove visioni nelle ultime generazioni di fotografi. L’architettura è diventata così un soggetto con cui confrontarsi, non solo per documentarla ma come spunto per sperimentare linguaggi personali. 

Mario Frusca è nato nel 1988 ad Abbiategrasso (MI).

Laureato in architettura al Politecnico di Milano, ha approfondito durante gli studi le tecniche fotografiche e di visualizzazione digitale dei progetti.

Ha collaborato con alcuni studi di architettura in Italia e Svizzera prima di entrare a far parte dello staff di Park Associati nel 2017, dove si occupa prevalentemente di visualizzazione 3D e della documentazione fotografica dei progetti.

Resilienti è la sua prima mostra personale.

Al Milano Design Film Festival 2017 è stato presentato il suo corto “The Light of Construction”, video racconto del cantiere per la ristrutturazione di un edificio in via Chiese a Milano, di cui Park Associati ha firmato il progetto architettonico.

Park Associati – via Garofalo 31 – Milano

La mostra prosegue nei giorni 25, 26, 27 ottobre ed è visitabile dalle 17 alle 19 o su appuntamento.

Per informazioni e richiesta immagini: 02798452   press@parkassociati.com