TORRI EUR

Il progetto per la riqualificazione delle torri all’Eur, a Roma, di Cesare Ligini, si colloca all’interno di una gara di progettazione a partecipazione ristretta su invito e rientra nei principi del restauro conservativo dell’esistente. Si è cercato di mettere in luce la specificità morfologica e compositiva del vecchio impianto ripulendolo di superfetazioni e aggiunte invasive fatte negli anni e di enfatizzare la pulizia dell’impianto originario evidenziando ogni singolo elemento compositivo in una lettura di autonoma purezza. Le tre torri più alte (B, C, C1) si configurano come prismi puri e iconici di limpida semplicità, riconquistano il loro assetto originario di parallelepipedi calati in uno scasso del terreno, un invaso profondo che nella nostra proposta progettuale vede accogliere un nuovo elemento particolarmente significativo per il funzionamento e l’immissione di sistemi bioclimatici: l’acqua. Le facciate delle tre torri, pensate secondo modelli di calcolo energetici di ultimissima generazione, sono concepite per ridare rigore ed efficienza a tutto il sistema: lamelle verticali discontinue in estrusi di terracotta bianca, pensate per riprendere il passo originario del progetto di Ligini,  producono una leggera vibrazione all’interno di un ritmo ordinato e regolare. Il percorso di attraversamento del lotto mette da subito in evidenza il nuovo impianto, con affacci continui sugli specchi d’acqua ai piedi delle tre torri, al nuovo giardino a quota -1 e alla grande serra centrale di vero accesso agli Headquarters, nonché gli affacci sugli sfondati dei patii verdi della mensa e di alcune zone della grande piastra di distribuzione a quota -1 del complesso. La presenza di un fitto boschetto di Lecci ad alto fusto in affaccio su viale America, non ostruisce in alcun modo i percorsi orizzontali garantendo nello stesso tempo un tessuto d’ombra verso sud del lotto che permette di innescare principi convettivi naturali di raffrescamento.

INFO

 

Indirizzo
Viale America – Viale Europa, Roma

Cliente
Società Alfiere S.p.A.

Concorso: 2015

Area
81.800 mq

Prestazioni
Concept

Design team
Filippo Pagliani, Michele Rossi
Lorenzo Merloni (Project Leader)
Alexia Caccavella, Antonio Cinquegrana, Marinella Ferrari, Alessandro Rossi, Marco Siciliano, Marco Vitalini, Fabio Calciati (Rendering)

Consulenti
Strutture, Geotecnica, Antincendio, Cantiere, Costi
Studio FM Ingegneria, Milano

Impianti, Energia, Acustica, LCC-LCA
Steam, Padova

Certificazione LEED
Habitech Distretto Tecnologico Trentino, Rovereto (TN)

S.C.A.R.I.
Habitech, Rovereto (TN)

Architettura Bioclimatica
Arch. Paolo Rava, Faenza (RA)

Consulenze speciali, Consulente interno, Sostenibilità
Burohappold Engineering, Bath (UK)

Progetto Paesaggistico
Arch. Marco Bay, Milano